Un pozzo per Manaus – Brasile

IS - Immagine Blog

Siamo a Manaus, megalopoli Brasiliana che conta il maggior numero di bambini e adolescenti che vivono in strada. Secondo i dati divulgati dal comune di Manaus , nel 2012 sarebbero stati circa 90 mila i bambini e gli adolescenti di strada.

In questa realtà opera “O Pequeño Nazareno”, una ONG a servizio della giustizia e dignità dell’infanzia brasiliana.

Il sogno di “O Pequeño Nazareno” è quello di rispondere alla richiesta di Gesù che ha detto “chi accoglie uno di questi bambini nel mio nome accoglie me” (Mt. 18) e offrire con semplicità una casa ai bambini invisibili di Manaus.

La ONG gestisce una casa di prima accoglienza e formazione che progetta, in collaborazione con altri enti pubblici e privati, nazionali e internazionali, servizi e iniziative a sostegno del recupero e dell’inserimento sociale dei ragazzi di strada.

Fra questi ci sono strutture di accoglienza, servizi socio assistenziali, supporto psicologico, servizi sanitari,  ludoteche, corsi di alfabetizzazione, formazione scolastica di base, corsi integrativi (musica, teatro, arte_educazione, informatica ecc..), laboratori , attività sportiva. Insomma tutto ciò che con le forze dei volontari e dei finanziamenti ricevuti sia possibile offrire a bambini e ragazzi affinché si sentano accolti e diventino essi stessi la famiglia mancante. Oltre a ciò sono molti i volontari che operano direttamente in strada per l’abbordaggio, il contatto e il supporto a chi non può o non vuole essere accolto.

Ogni anno “O Pequeño Nazareno” lancia alcune iniziative specifiche per il miglioramento dei servizi offerti. La necessità più pressante è quella di garantire e regolare un apporto di acqua biologicamente sana: la disponibilità a momenti alterni di acqua fa sì che quasi tutti i giorni si debba usare quella fornita dalle cisterne che, pur se razionata, non basta ai consumi della comunità.  Anche in vista dell’accoglienza di altri quattro adolescenti è partita la richiesta di finanziamento del progetto: “Un pozzo per i bimbi di Manaus”.

Si tratta di costruire un pozzo artesiano all’interno dell’area di accoglienza: proprio perché è una infrastruttura a servizio di minori si devono rispettare regole di costruzione e di autorizzazione amministrative molto stringenti; ciò ha richiesto una progettazione più lunga del previsto e con costi di realizzazione maggiori. Il nuovo pozzo, profondo 60 metri, ha richiesto un investimento di  15.600 Reals pari a circa 3.600 €.

“O Pequeño Nazareno” è frutto della provvidenza:  nonostante il forte impegno economico ha dato avvio ai lavori di costruzione e la generosità di tanti benefattori che hanno appoggiato Impegnarsi Serve con l’acquisto di dolci natalizi nella campagna di raccolta fondi 2014 ha reso possibile la copertura finanziaria dell’iniziativa.

I lavori sono partiti a giugno 2015, a luglio è sgorgata la prima acqua ed i ragazzi accolti hanno potuto fare il primo bagno, con somma gioia!

La riconoscenza della comunità è grande. Grazie a tutti di cuore!!!

pozzo manaus 1

pozzo manaus 2

La costruzione del pozzo in Manaus

prima acqua 4 luglio

4 luglio 2015. La prima acqua dal pozzo

primo bagno 20 luglio

20 luglio 2015. Il primo bagno dei ragazzi di strada nel pozzo di Manaus!

Impegnarsi Serve

Impegnarsi Serve

info@impegnarsiserve.org

Impegnarsi Serve Onlus è un'organizzazione di volontariato e insieme ai suoi volontari opera in Italia e in numerosi paesi del mondo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi