Diario marzo 2015 – p. Giordano

Niente più date, mi dicono gli esperti, ma solo fasce di temi o episodi. Ci provo ma non prometto di esserne fedele.

Futuro prossimo: guardiamo ai prossimi mesi e alle future iniziative mentre siamo in attesa della risposta dall’Unesco sul progetto “La bellezza salverà l’umanità”. Vedremo cosa ne esce, ancora un po’ di pazienza e poi avanti per alcuni casi sia con il sì che con il no! Attendiamo.

Esperienza in Colombia Agosto 2015: il gruppo si sta completando e raggiungiamo il numero desiderato (12) per l’esperienza. Non è facile incontrarci, a causa di impegni e interessi diversi: più fatica ma non ci spaventiamo per così poco. Abbiamo delle aspettative sul progetto e quindi vale la pena faticare. Intanto promuoviamo il progetto di solidarietà per il Centro Pastorale di Puerto Leguizamo attraverso la quaresima di fraternità della Diocesi di Torino. Anche i gruppi e singole persone si stanno muovendo e siamo fiduciosi. Ogni goccia è preziosa.

Progetto “Dalla coca al cacao”: dalla Colombia – P. Angelo Casadei – abbiamo ricevuto la richiesta di sostenere questa ricerca sul campo a Remolino nel pieno della selva amazzonica colombiana. Già lì è in atto il progetto “Chocaguan”: vogliono migliorare la qualità della pianta di cacao, il metodo di coltivazione, la lavorazione dei semi e il prodotto finito da immettere sul mercato. Gli abitanti sono desiderosi di passare dalla coltivazione illecita della pianta di coca alle coltivazioni di cacao. Il progetto è interessante ma il costo è elevato per le nostre forze…. Ci stiamo organizzando per cercare sponsor. Rinnoviamo la nostra fiducia nella provvidenza con la “P” maiuscola e non solo.

EXPO 2015: riceviamo delle provocazioni da enti e istituzioni per fare “qualcosa” di tipicamente nostro sul tema del creato e del cibo. Accogliamo le provocazioni e incominciamo a seminare. Se le cose andranno avanti avremo due interventi: uno semplice, a luglio, valorizzando alcune nostre mostre sotto il titolo “Alle radici dell’uomo” e un altro a ottobre presso l’Istituto Manzoni con un possibile titolo “We and creation: terra e umanità” sul tema della selva amazzonica e il futuro di quei popoli. Un’equipe è al lavoro e speriamo bene. Nuove forze entrano in campo: chi vivrà, vedrà!

La solidarietà si fa concreta: in questi ultimi tempi abbiamo provveduto all’invio di circa 30.000 € per i vari progetti in cantiere: sono il frutto delle varie attività svolte per Natale 2014. Grazie a tutti per gli sforzi fatti: i progetti in Kenya, Uganda, Tanzania, Brasile e Mongolia vanno avanti e i beneficiari ci benediranno con le loro preghiere e i vari ringraziamenti. E’ un piccolo mondo di solidarietà che si fa concreto: un’alternativa ai mondi della violenza, della povertà, della disperazione, ecc. Avanti con coraggio!

Progetto Scuole: Stefania è al lavoro con la sua squadra di “esperti” nelle scuole superiori di Torino e Provincia. Con i soldini raccolti con cene, vendite e quant’altro fa i miracoli per soddisfare le richieste degli insegnanti. Seminiamo con entusiasmo e offriamo agli studenti la possibilità di vincere il male della coca con la cultura del piacere sano e l’esempio dei campesinos in Colombia che cercano alternative al maledetto affare coca. E’ un piccolo segno ma continuiamo con la speranza che il bene vincerà.

La segreteria nazionale si è ritrovata per vedere l’insieme dei prossimi impegni. Una mattinata di intenso lavoro e di sguardo generale fino alla fine dell’anno. Abbiamo saputo che il progetto con l’Unesco non ha ottenuto l’approvazione e quindi ne prendiamo atto e ci muoviamo con altre iniziative altrettanto valide ma più accessibili a noi. Attenzione: non ci mancano gli impegni e soprattutto le richieste di aiuto. Se qualcuno sa di qualche bando o di disponibilità di fondi per progetti ce lo faccia sapere. Sarà nostro compito sondare, provare e…. sperare! Per ora ci concentriamo sulla delegazione Colombia, 12 persone non sono poche, per definire i dettagli del soggiorno e gli obiettivi da raggiungere prima, durante e dopo.

Si conclude il mese con alcuni ringraziamenti da parte di P. Giorgio (Mongolia), Tommaso ed Elaine (Brasile), P. Andrew (Uganda) e P. Daniel (Kenya) per i soldi inviati per i loro progetti. Auguriamo loro di lavorare bene soprattutto per il bene dei bambini e giovani per cui abbiamo sostenuto i progetti.

A tutti l’Augurio di una Felice Pasqua nel Risorto!

03 – Diario Marzo 2015

Impegnarsi Serve

Impegnarsi Serve

info@impegnarsiserve.org

Impegnarsi Serve Onlus è un'organizzazione di volontariato e insieme ai suoi volontari opera in Italia e in numerosi paesi del mondo

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fornire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o cliccando su "Accetta" permetti il loro utilizzo.

Chiudi