Segreteria nazionale | Tel. +39 011 2078446|info@impegnarsiserve.org

Notizie&Attualità

Per cambiare facciamo rete

Internet, il web e gli altri spazi di incontro virtuali hanno rivoluzionato il pianeta, rendendo tutto apparentemente possibile e imitabile, con minor capacità critica e giudizio di valore, in un movimento vorticoso di notizie e di contatti cui non sempre siamo preparati.

I giovani sono tra i più influenzati, spinti a superare ogni limite, ad andare “oltre” senza avvertire il pericolo, a rischiare pur di emulare modelli di forza e di successo. Parte integrante di questi mondi fragili è il sempre maggior ricorso all’alcol e alle sostanze stupefacenti, con milioni di adolescenti e giovani che annegano le loro speranze in forme di dipendenza.
Europa ed Africa sono due continenti accomunati da una stessa schiavitù, l’uso eccessivo e disordinato di alcol. È un disturbo che va dallo stato di ebbrezza alcolica all’etilismo, caratterizzato da molteplici sintomi e danni che interessano il sistema nervoso centrale e periferico, fegato, pancreas ed esofago.
Colpisce trasversalmente qualsiasi fascia di età, ma per i giovani può rappresentare l’inizio di un degrado profondo, l’ingresso in un labirinto in cui diventa difficile districarsi, vedasi la moda del binge drinking in Europa. Chi beve per noia, chi per non sentire la fame. Chi beve per sballarsi, chi per sopravvivere.
Intanto non se ne può più fare a meno.
E gli adulti cosa fanno? Un atteggiamento diffuso è la cosiddetta reazione dello struzzo: fingere di non vedere per non dover affrontare il problema, negare l’evidenza a seguito di smarrimento e paura, normalizzare le situazioni quasi si tratti di una fase attraverso cui tutti sono passati, punire illudendosi che non si ripeterà più. In questi mesi ho visto genitori disperarsi, nonne piangere, giovani smarriti, segno di quanto sia complesso ed esteso il problema. È difficile affrontare la questione con onestà e lucidità. Molte persone, sensibili al tema, da anni lavorano su progetti volti a fornire ai giova- ni gli strumenti necessari per scegliere con coscienza e responsabilità. Con la Campagna AlcolOltre ci impegniamo a promuovere una serie di iniziative a favore di una cultura per la vita, lanciando una sfida per sostituire a quei vuoti un “pieno”. Presentiamo storie di uomini, donne e ragazzi vittime dell’alcol, così come quelle di persone che invece hanno vinto la dipendenza. Alcuni sono africani. Altri italiani.
Facendo davvero rete, con coraggio e ostinazione, crediamo che qualcosa possa cambiare: in Italia come nelle nazioni africane dove l’associazione Impegnarsi Serve Onlus opera insieme ai missionari della Consolata.

p. Giordano Rigamonti
Responsabile Comitato AlcolOltre